Social commerce: una nuova forma di commercio

Social commerce: ha riscosso una grande attenzione perché si tratta di un fenomeno in grande crescita e dalle numerose opportunità sia per gli utenti che per i brand. Attraverso il social commerce infatti gli utenti possono acquistare prodotti e servizi direttamente dalle piattaforme social, avendo il plus di condividere le proprie esperienze di acquisto.

Vantaggi del social e-commerce

Il principale vantaggio del Social Commerce è l’annullamento degli step intermedi tra il momento dell’ispirazione – in cui il cliente avverte il desiderio o l’esigenza di acquistare – e il punto vendita fisico.

Il cliente in target, in questo caso, non deve più navigare per siti internet, pagine Facebook, spostarsi offline: semplicemente, si imbatte in un’immagine o in un video sui social network e può acquistare rimanendo sull’applicazione.

Se, inoltre si da la possibilità al Cliente di concludere il suo shopping in pochissimi click, non si rischia di perderlo “per strada”, lasciando che finisca su altri siti o prosegua a scrollare la bacheca Facebook.

Questo approccio rientra in un’ottica omnichannel, per clienti che vogliono acquistare in qualsiasi momento e su qualsiasi canale.

Con il social commerce è possibile studiare i propri utenti attraverso i loro comportamenti online e le loro preferenze, andando quindi a creare l’esperienza di acquisto perfetta per loro. I brand che si affidano al social commerce hanno la certezza di entrare in contatto con il proprio target di riferimento, calibrando le scelte di marketing aziendali in base al valore e all’esperienza che gli utenti vivono sui social network, condividendola a loro volta.

Tra i vantaggi principali del social commerce ci sono anche la viralità, attraverso l’utilizzo di materiale come video o immagini ad hoc che hanno un elevato engagement, in particolare se proposti da influencer; la misurazione dei risultati attraverso i tool di analytics che permettono di misurare la brand reputation e di orientare la marketing strategy, in particolare a livello di creazione dei contenuti; e il posizionamento, perché Google tende a privilegiare i contenuti ritenuti utili perché condivisi più e più volte dagli utenti.

Un altro vantaggio è l’aumento delle vendite tramite mobile. Il Social Commerce nasce anche per andare incontro ad una fruizione delle piattaforme social che avviene sempre più spesso tramite smartphone. Le persone utilizzano i propri cellulari per mille scopi diversi, in una miriade di situazioni: perché non dovrebbero acquistare sui tuoi profili social?

Il nuovo volto dell’eCommerce su Instagram

Se parliamo di social commerce, possiamo dire che Instagram è il nuovo volto di questo trend e le ragioni sono più di una.

Nell’ultimo anno la piattaforma visual per eccellenza ha rilasciato molte novità per facilitare l’acquisto di prodotti in app, ma è probabilmente l’influencer marketing la strategia che continuerà ad essere più efficace anche nel 2021, se strutturata in maniera corretta.

A proposito di influencer ed eCommerce, questa strategia di marketing si può attuare anche se il budget a disposizione non è elevatissimo. L’idea è già stata sviluppata da Worldz, una startup italiana che valorizza le piattaforme di eCommerce e trasforma gli utenti in brand ambassador.

Worldz trasferisce alla piattaforma social il suo core business: permettere alle aziende che vogliono utilizzare Instagram per ottenere visibilità di poter contare sulla forza e credibilità dei micro-influencer.

Worldz ha sviluppato, per IG, una user experience identica a quella che gli utenti già conoscono e utilizzano per Facebook. Come funziona?

Una volta atterrato sullo store online, si effettua l’accesso al proprio profilo Instagram tramite l’overlay, si scopre il valore economico associato alla popolarità nell’app, si condivide sul profilo Instagram, nel grid o nelle Stories, il prodotto desiderato, e si utilizza quel valore economico come sconto per terminare l’acquisto sullo shop online. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è instagramshop1.png

Ogni piattaforma quindi che sia Instagram, Facebook, Snapchat o Tik Tok, vuole favorire uno shopping sempre più veloce, diminuendo al massimo gli step necessari per l’acquisto di prodotti.

I dati aggiornati parlano di oltre 2,6 miliardi di utenti attivi ogni mese su Facebook, e 2 miliardi rispettivamente per YouTube e Whatsapp. Instagram ha superato 1 miliardo di utenti attivi e anche TikTok genera numeri importanti, toccando quota 800 milioni.

Altri dati, risalenti a un anno fa, affermano che il tempo medio giornaliero trascorso sui social network è pari a 2 ore e 23 minuti.

Se da una giornata togliamo le ore dedicate al lavoro e alla famiglia, è facile capire come le persone passino sulle piattaforme social buona parte del proprio tempo libero, che in molti casi diventa anche tempo dedicato allo shopping.

Fonte: Italian online, ninjamarketing, shippypro

About Author /

Start typing and press Enter to search